“Con uno Swansea così c’era pure da aspettarselo. Il Galles ha incredibilmente scalato la classifica FIFA delle nazionali più forti, posizionandosi al numero ventidue dopo avere vinto l’ultima gara di qualificazione contro Israele per tre a zero. Non solo, nelle qualificazioni europee i Dragoni non hanno ancora perso una partita, sebbene abbiano giocato contro avversari che nella passata estate si giocavano il Mondiale, come Bosnia Erzegovina oppure il quotatissimo Belgio. Entrambe partite da zero a zero, con il Galles che difende molto bene, con il solo lato debole rappresentato da Gunter, attualmente al Reading in Championship, e poi una batteria di centrali difensivi che in Premier stanno facendo bene. Williams e Taylor allo Swansea, appunto, Davies al Tottenham, Collins al West Ham, Chester all’Hull City. Il centrocampo viene sostenuto da King, spesso, oppure dal sempre ottimo Ledley. Con Joe Allen e soprattutto Ramsey a fungere da mezz’ali: ovviamente la stella, al di là del centrocampista dell’Arsenal, è Gareth Bale, capocannoniere senza alcuna discussione dell’équipe Red.
Il ventiduesimo posto è un miglioramento deciso rispetto al ventisettesimo di più di vent’anni fa: correva l’anno 1994, la Coppa del Mondo sarebbe stata giocata di lì a poco negli States, il Galles guidato da Terry Yorath non si qualificò per pochissimo. Una sola sconfitta in diciotto mesi certifica inoltre il fantastico momento della nazionale d’Oltremanica, attualmente seconda nel proprio girone solo a causa della differenza reti favorevole al Belgio, almeno per il momento. Anche solo una qualificazione all’Europeo sarebbe storica, ma per il Galles più forte della storia – e con il degno erede di Ryan Giggs – qualcuno sta già pensando in grande.” A.L. fonte TMW